Il Principe del Galles visita Malta

Data: 
4 - 5 ottobre 2017
La sua Altezza Reale il principe Carlo di Galles ha iniziato il suo viaggio di 2 giorni a Malta, paese che fa parte del Commonwealth.
 
Il principe del Galles è stato accolto a Malta dal primo ministro, Joseph Muscat. 
Più tardi di sera, il Principe Carlo ha partecipato ad una commemorazione dell'assegnazione del 75° Anniversario della Croce di George a Malta.
 
Nel suo discorso il principe ha detto : "Queste straordinarie isole, con le quali la mia famiglia detiene una relazione così profonda e personale, hanno sofferto veramente difficoltà inconfondibili, come la brutale ferocia di guerra che li ha inghiottiti".
 
Il principe Carlo ha anche incontrato alcuni veterani della Seconda Guerra Mondiale. 
La George Cross è la più alta decorazione civile del Regno Unito e di altri stati del Commonwealth, che venne istituita il 24 settembre 1940 da re Giorgio VI . Il re Giorgio VI del Regno Unito ha consegnato la “George Cross” a Malta il 15 aprile 1942, per la sua resistenza durante la seconda guerra mondiale.
 
Il secondo giorno della visita a Malta, Carlo ha partecipato alla conferenza “Our Ocean”, dove si discute sulla salvaguardia degli oceani del mondo, in particolare sul problema dell’inquinamento marino causata dalla plastica.
Il principe ha osservato : “la crescente minaccia per l'ecologia marina del mondo ha raggiunto un punto critico che le materie plastiche fanno ormai parte del nostro menu".
Alla conferenza Carlo ha detto : "Come molti di voi sanno così bene, otto milioni di tonnellate di plastica entrano ogni anno nel mare, si potrebbe dire che ormai è quasi dappertutto”.
 
Ogni anno finiscono in mare dalla terraferma fra gli 8 e i 12 milioni di tonnellate di plastica. Un problema che riguarda anche le aziende che producono beni di largo consumo e le istituzioni, chiamate a un impegno concreto.
 
In seguito il Principe di Galles ha liberato alcune tartarughe, una delle quali è stata curata dai problemi respiratori causati dalla plastica che aveva mangiato.
 
VIDEO